Ex Lsu salta l’accordo. L’azienda dice “No”

L'azienda che ha vinto l'appalto si è detta indisponibile ad una mediazione. Caroli : "Ho chiesto all’azienda di riflettere. Confido - ha concluso Caroli - in un positivo riscontro in assenza del quale il Ministero dovrà tornare a valutare l’ipotesi di revoca della gara".

pulizie

BARI- Dopo 10 ore di trattative, per gli addetti alle pulizie nelle scuole si chiude la porta di un futuro più stabile. L’azienda che ha vinto l’appalto con una gara al ribasso che ha messo i ginocchio gli stipendi dei lavoratori, si è detta indisponibile ad una mediazione. È questo l’esito dell’incontro tenuto con Regione e sindacati e che riguarda, solo nel Salento, più di 800 lavoratori.

“L’approvazione dell’emendamento alla legge di stabilità che aveva stanziato i fondi per garantire la prosecuzione a parità di condizione per due mesi aveva fatto sperare in un esito differente – ha commentato l’assessore regionale al Lavoro Leo Caroli – “Ho chiesto all’azienda di riflettere. Confido – ha concluso Caroli – in un positivo riscontro in assenza del quale il Ministero dovrà tornare a valutare l’ipotesi di revoca della gara“.