La Regione a sorpresa: “Approdo a Otranto. E’ possibile”

"Approdo otrantino possibile per Tap", la regione a sorpresa, per bocca dell'assessore alla trasparenza Guglielmo Minervini sfodera una seconda possibilità. "E' compito del governo che ci sta lavorando", aggiunge l'assessore

no tap

LECCE- Da San Foca a Otranto, un approdo per tap 20 chilometri più a sud: è questa l’ultima mossa che si sta studiando tra bari e roma per spegnere il fuoco che sta incendiando il territorio salentino. Perché a San Foca c’è Tap, cioè un progetto che ha il gas ma non ha ancora le carte in regola. E a otranto c’è Poseidon, cioè un progetto che ha le carte in regola ma non ha più il gas.

Non solo non lo vuole Melendugno, sulla cui spiaggia il progetto prevede di sbarcare. Ma non lo vuole neanche Brindisi, luogo delle alternative di cui finora si è parlato: il comune ha chiarito che non se ne parla.