Zara promette un 2014 esplosivo: “L’università capitale della cultura”

Il rettore Vincenzo Zara incontra i giornalisti e annuncia un “2014 esplosivo”: nuove sinergie con Cnr e istituzioni per reperire i fondi della ricerca. L'inaugurazione dell'anno accademico avrà un tema cardine: “Università capitale della cultura”

incontro2 copy

LECCE- “Il 2014 sarà un anno esplosivo”. Vincenzo Zara usa l’ingrediente dell’ottimismo nella presentazione delle novità sull’Università del Salento. Nel nuovo incontro con i giornalisti il rettore spiega che l’inaugurazione dell’anno accademico sarà caratterizzata da un tema cardine cui agganciare i vari aspetti dell’evento: “L’Università Capitale della Cultura”.

Si tratta di un tema che fa riferimento ai risultati del lavoro che la città e il Salento stanno facendo nell’ambito della candidatura di Lecce a Capitale Europea della Cultura. L’evento è previsto per un venedì di febbraio e sarà diviso in due parti: quella istituzionale e quella ludica. La macchina è già in moto, coordinata dal professore Salvatore Colazzo. Tra le novità c’è anche l’attività di divulgazione e promozione del dibattito sui temi universitari nei comuni: un modo per informare, fare cultura e allacciarsi al territorio. Zara ha voluto parlare anche dell’importanza delle sue 4 deleghe in seno alla giunta Crui: Didattica, valutazione, TFA e pas, E-Lerning. Quattro deleghe di peso che vedono il rettore salentino ben collegato con il ministero.

Ci sono novità nell’offerta formativa per l’anno accademico 2014/2015: la maggior parte dei corsi di studio resteranno invariati, ma ne potrebbero chiudere almeno due, mentre “Scienze Pedagogiche” sarà sostituito da “Progettazione e Gestione dei processi formativi”.

Come anticipato, l’Unisalento attende l’arrivo di ben 45 ricercatori, grazie a un bando regionale, queste forze si unirebbero ai 10 posti individuati con bando interno. L’Università potrà puntare, in futuro, su una quantità eccezionale di risorse europee: Zara ha spiegato che la sinergia con il Cnr e con le istituzioni potrebbe portare a importanti sviluppi. Il rettore crede nel rapporto diretto e trasparente con politica e le istituzioni: ha voglia di far partecipare il mondo accademico alle linee di azione e di sviluppo che le istituzioni tracciano.

incontro copy