Nuovo centrodestra, auguri di Natale senza il ministro. Ma con Baldassarre

Incontro natalizio per il nuovo centrodestra Brindisino all’Hotel Orientale, dove gli esponenti della fazione che fa riferimento al capogruppo regionale Maurizio Friolo resta senza il ministro Quaglieriello, annunciato, ma trova sotto l’albero una Baldassarre in più.

Paola Baldassarre

BRINDISI- Nuovo centrodestra a Brindisi, cioè, una parte del Nuovo centrodestra, a scambiarsi gli auguri di Natale tra nomi a sorpresa e un grande assente. Il ministro Quagliariello, annunciato da giorni, ha infatti dato forfait, per motivi legati all’orario del volo di ritorno in quel di Roma, dopo capatine a Bari e a Lecce. E così, il capogruppo Regionale Maurizio Friolo ha incontrato, presso l’Hotel orientale del capoluogo adriatico, quella parte del centrodestra che fa riferimento proprio al politico di Torre. Gli altri, quelli che invece fanno riferimento a Ferrarese, non c’erano. Gli auguri se li erano scambiati a Bari, il giorno prima, proprio in compagnia di Quagliariello, come dimostra la foto pubblicata da Ciro Argese sul suo profilo Facebook.
La divisione tra le due fazione, quindi, si fa sempre più netta. E la guerra fredda si combatte non solo con le dichiarazioni, ma anche con gli inviti e le adesioni. La campagna acquisti infatti prosegue, e se da una parte si è già data notizia di amministratori, o intere amministrazioni, pronte a sposare il progetto targato Alfano, ecco che all’Orientale spuntano, oltre alle new entry già notiziate in queste settimane, anche nuovi volti.

Non mancherà di suscitare un po’ di stupore la presenza dell’ex vicesindaco di Brindisi Paola Baldassarre, ex Noi Centro, ex ferraresiana di ferro. È Natale, insomma, ma sembra già l’Epifania.Ma neppure si può fare a meno di notare la presenza di Pierino Santoro, coordinatore cittadino del Pdl che, da semplice auditore, si è ora trasformato, evidentemente, in supporter del progetto NCD.

Con soddisfazione, sorniona, del capogruppo Friolo, che ribadisce i piedi ben saldi nell’area di centrodestra.Dall’altra parte, invece, Ferrarese, con una nota successiva all’incontro con il ministro, cui ha partecipato comunque Friolo, ha voluto inquadrare, senza citarla direttamente, la situazione a Francavilla.

“Per far continuare a crescere in tutta la Puglia il Nuovo Centrodestra, siamo disponibili a confrontarci attraverso le primarie per le prossime amministrative e mai, dico mai, accetteremo – ha detto Ferrarese– candidati che sono il risultato di primarie fatte in altri partiti”.

Come dire NO ad Antonio Sgura, vincitore delle primarie del centrodestra, cioè il vecchio centrodestra che, dopo aver incassato la fiducia degli alfaniani Bungaro, Andrisano, Fumagalli e d’Alema, ringrazia e prende atto.  Situazione complessa e, se non ci avete capito niente, ipotesi concreta, sappiate che non è colpa nostra.