Il reato è prescritto, Fitto condannato a risarcire la Regione

Fitto e’ stato assolto dalla Corte di Appello di Bari nel processo di secondo grado con rito abbreviato relativo a due reati di falso. Ma è stato condannato a risarcire la Regione Puglia del danno subito e a pagare le spese giudiziarie sostenute dall’ente

raffaele fitto

BARI- L’ex presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, deputato di Forza Italia, e’ stato assolto dalla Corte di Appello di Bari nel processo di secondo grado con rito abbreviato relativo a due reati di falso nell’ambito della vicenda nota come ‘La Fiorita’.

Si tratta di due filoni meno rilevanti scaturiti dall’inchiesta. In un caso la Corte ha deciso l’assoluzione per prescrizione ma lo ha condannato a risarcire la Regione Puglia del danno subito e a pagare le spese giudiziarie sostenute dall’ente, di circa 16mila euro; nell’altro lo ha assolto ‘per non aver commesso il fatto’. Fitto era accusato di due episodi di falso riguardanti altrettante delibere, la prima della giunta regionale e la seconda dell’Ares (l’Agenzia regionale sanitaria).

A giugno del 2012 era stato assolto in modo pieno in primo grado da entrambe le accuse ma il pubblico ministero Renato Nitti aveva presentato ricorso alla Corte di Cassazione che lo aveva accolto