Brindisi sotto scacco, in poche ore rapina e spaccata

Una rapina al supermercato e una spaccata al centro scommesse. Sono due i colpi messi a segno a Brindisi tra ieri sera e questa notte. Bande e modalità diverse che, però, confermano come la criminalità, se pur non organizzata, stia alzando il tiro.

carabinieri

BRINDISI- Prima la rapina al supermercato. Poi, dopo poche ore, la più classica delle spaccate. Continuano gli episodi criminosi nel capoluogo adriatico dove, nelle scorse ore, si sono registrati due colpi, di natura diversa eppure iconici di una situazione che, sotto l’aspetto della criminalità appare sempre più delicata.

Il primo colpo, nella serata di giovedì, al supermercato Mazzeo di via Romolo, dove due uomini con il volto travisato da passa montagna hanno fatto irruzione davanti a decine di clienti e poi, sotto la minaccia di una pistola, hanno svuotate i registratori di cassa e le tasche dei presenti per un bottino complessivo di circa 500 euro.

È di due macchinette mangia soldi, invece, il bottino degli ignoti criminali che, nella notte, intorno alle 3, si sono intrufolati all’interno del centro scommesse Intralot, sito su via Appia. I ladri hanno prima indebolito la saracinesca con una fiamma ossidrica, quindi, con l’auto lanciata in retromarcia, hanno sfondato una parete di cartongesso. Una volta all’interno, i furfanti hanno letteralmente sradicato dal pavimento le due macchinette mangiasoldi, sembrerebbe piene di banconote, e sono quindi fuggiti via. Il danno, attualmente in via di quantificazione, sarebbe ingente.

I due colpi, su cui indagano Carabinieri e Questura, danno la giusta misura del clima che molti commercianti vivono a Brindisi dove ormai, tra furti, rapine e spaccate, i colpi messi a segno non si contano più.