Pronta l’invasione rossoblù a Policoro

Il rilancio del Taranto in campionato fonda le basi sulla forza di un gruppo ritrovato ma soprattutto sulla capacità di gestire i giocatori da parte di mister Papagni. Dopo la vittoria con il Marcianise la società interverrà sul mercato solo con pochi colpi mirati e nel frattempo i tifosi preparano l'esodo per la trasferta con il real metapontino che si giocherà a Policoro.

papagni2

TARANTO- Difficile trovare il segreto del successo del Taranto in questo momento. Vero è che l’avvicendamento in panchina con la conduzione tecnica della squadra affidata a Aldo Papagni ha sortito l’effetto sperato. E forse proprio la sagacia, il saper gestire situazioni difficili, il saper fare di necessità virtù, traendo il meglio da ogni situazione pone il tecnico del Taranto nelle condizioni di essere additato quale artefice del rilancio della squadra in classifica.

La consacrazione è arrivata domenica scorsa con la bella e meritata affermazione sulla battistrada Marcianise che al momento resta comunque ben salda al primo posto. Con tale premessa, la società ritiene di non non dovere adottare grandi stravolgimenti con la campagna di rafforzamento di gennaio. Si guarda agli svincolati, da gennaio ai professionisti ma intanto il Taranto un primo colpo lo ha assestato. Non ha fatto partire nessun pezzo pregiato della rosa con cui ha iniziato il campionato in corso.

A proposito di mercato… resta aperta la possibilità di vedere in rossoblu’ Massimo D’Angelo, classe 90. La trattativa con l’ex centrocampista del Sulmona sembrava giunta al punto di non ritorno a causa dell’interferenza del Termoli. Nonostante un’intesa preliminare infatti con il termoli, nulla di scritto c’è tra il giocatore e la società. Anzi a fare sperare i tifosi rossoblu’ è l’incontro che D’Angelo avrà con i dirigenti del Taranto nello stretto giro di pochi giorni.

Per Papagni starebbe un acquisto utilissimo per la caratteristiche del centrocampista molto duttile sul fronte d’attacco: in pratica potrebbe essere una  valida seconda punta o un trequartista. Il calciatore Ancora non c’è piu’ e quindi D’Angelo sarebbe un bel colpo di mercato.

In ogni caso il Taranto ha dimostrato di poter rifiutare un ruolo importante in campionato, la prova di forza con il Marcinise è stata la ciliegina sulla torta. Un successo che ha risvegliato entusiasmo nei tifosi e allo stesso tempo ha lanciato segnali inequivocabili alle dirette concorrenti. Un altro segnale il Taranto potrebbe lanciarlo domenica nella trasferta di Policoro contro il Real Metapontino. Papagni ha tutti a disposizione tutti godono di buono stato di forma mentale e fisica.

La tifoseria intanto prepara l’esodo. Su 1000 biglietti messi a disposizione dei supporters tarantini quasi 700 risultano già venduti. Naturale riflesso sugli spalti dei risultati della squadra di Papagni sul campo. Un altro novità riguarda invece la prima in casa del 2014. Taranto – Manfredonia, match in programma allo “Iacovone” per il 12 gennaio del 2014, sarà anticipato a sabato 11 per essere trasmessa in diretta su Rai Sport 1. Il calcio d’inizio è fissato alle 14,30.