Pesca elettronica illegale, sequestri e denunce

Macchinette per pesca elettronica illegali, con vincite superiori 20 volte la giocata, sequestrate dai finanzieri in un centro commerciale di Fasano. Nei guai, il gestore degli apparecchi.

guardia di finanza

FASANO- Il gioco della pesca elettronica, quello che permette di vincere premi manovrando un braccio tramite manopola, finisce nel mirino della Guardia di Finanza di Fasano che, in un centro commerciale del posto, ha sequestrato due apparecchi che consentivano, appunto, di “pescare” premi il cui valore superava per oltre 20 volte la giocata.

Invece dei classici peluche, infatti, il braccio poteva acciuffare console per videogiochi Sony e Nintendo, ma anche navigatori Tom Tom e Tablet. Il tutto, in violazione della normativa vigente. Oltre al sequestro dei due apparecchi, il gestore degli stessi è stato denunciato all’agenzia delle entrate.