Papa Francesco volge lo sguardo a Taranto, oggi incontra il vescovo

Il caso Taranto e l’emergenza ambientale saranno al centro di un colloquio tra Papa Francesco ed il vescovo Santoro in una udienza privata.

papa

TARANTO- Continua a stupire Papa Francesco che questa volta ha deciso di volgere il suo sguardo sulla Città dei due Mari. Proprio cosi, il caso Taranto e l’emergenza ambientale saranno al centro di un colloquio tra Papa Francesco ed il vescovo Santoro in una udienza privata. Un incontro organizzato al telefono tra il rappresentante di Pietro ed il Mons. Da tempo, infatti, il monsignore tarantino ha richiamato l’attenzione di Papa Francesco, invitandolo a Taranto, ed illustrando la situazione di emergenza per una città in in cui si vive un innaturale conflitto tra la tutela della salute e dell’ambiente e la salvaguardia del lavoro.
Una dualità risultata dall’inchiesta “ambiente svenduto” attraverso la quale alla procura tarantina ha inquadrato il disastro ambientale in relazione all’attività delle gigantesche acciaierie dell’Ilva, proprio a ridosso del centro abitato. La burrasca giudiziaria rischia di tracimare in una catastrofe economica, visto che al destino del siderurgico è legato quello degli oltre undicimila dipendenti diretti, e a cascata delle migliaia di impiegati nell’indotto. Un pericolo che a Taranto si respira insieme ai veleni industriali indicati come la causa di malattia e morte. Monsignor Santoro è da tempo sceso in campo invocando misure idonee che salvaguardino sia la salute sia il lavoro.

A novembre è stato lui a organizzare un convegno su questi temi al quale hanno preso parte il ministro dell’ambiente Andrea Orlando e quello della Salute Beatrice Lorenzin. Oggi la nuova tappa in Vaticano con l’udienza privata al Santo Padre.