Discarica Mater Gratiae, ricorso a Procura e Commissione Europea

Un esposto in procura ed una informativa alla comunità europea parte dal fondo antidiossina di Taranto, che allega foto satellitari in cui si notano strane voragini nelle discariche Ilva.

antidiossina2

TARANTO- Esposto in Procura di Fabio Matacchiera, presidente del Fondo Antidiossina di Taranto, sulle discariche Ilva tra cui la Mater Gratiae. L’ambientalista ha anche inviato una informativa alla Commissione Europea. Tutto per  segnalare possibili e gravi criticità ambientali .

Dallo studio effettuato da queste foto, realizzate in tempi diversi, dai satelliti a cui fanno riferimento Google e Microsoft, «si evincerebbe – spiega l’ambientalista – che, all’interno della stessa discarica siano presenti nel terreno numerose depressioni e voragini (artificiali o naturali?) che potrebbero essere materia di indagini e di approfondimenti, al fine di verificare se possano essere state utilizzate per il drenaggio e lo scarico di reflui industriali potenzialmente pericolosi ed in particolare per la gestione dei rifiuti liquidi, di fanghi e di percolati».

Matacchiera si chiede «se tutto ciò possa aver causato un’immissione diretta di dette sostanze nel suolo e nel sottosuolo con il potenziale interessamento dei sistemi della falda acquifera superficiale e profonda che confluiscono direttamente nei vicini Mar Grande e Mar Piccolo di Taranto».

Il Fondo Antidiossina fa notare che dagli ingrandimenti delle  foto in questione sembrerebbe che in alcuni punti «sia stato realizzato uno scarico a cui, sembrerebbe abbiano avuto accesso dei mezzi pesanti gommati (sono visibili, infatti, i segni dei pneumatici che lasciano pensare all’utilizzo di tale punto, quale recapito finale di rifiuti liquidi o fanghi di colore bruno di cui ignoriamo la tipologia)».

In altri punti «si evincerebbe, invece, che più a sud nella discarica in oggetto sia stata creata un’area di convogliamento di fanghi. In particolare, facendo un raffronto tra le foto estratte dal satellite di Google, con quelle del satellite della Microsoft (temporalmente precedente), si evince che è stata realizzata un’area ‘sospettà che non ci pare rientrare in quella delle vasche di discarica destinate alla gestione operativa dei rifiuti».

antidiossina

antidiossina3

antidiossina2

antidiossina4