Calcioscommesse, sospette tre partite del Lecce. Intanto la squadra si prepara per Nocera: venti i convocati

Il tecnico del Lecce Lerda ha convocato venti calciatori per la sfida di domani contro la Nocerina. L'allenatore giallorosso dovrebbe confermare lo stesso undici di domenica scorsa

lecce calcio

LECCE- L’inchiesta sul calcioscommesse continua e sotto la lente di ingrandimento della Procura di Cremona sarebbero finite altre partite di Lega Pro tra le quale, sembra, anche tre del Lecce relative allo scorso campionato.
Le partite in questione sarebbero: Reggiana-Lecce, terminata 0-2 in favore dei giallorossi il 14 aprile scorso, Lecce-Feralpi Salò, finita 3-0 per la squadra leccese il 21 aprile e Sudtirol-Lecce del 28 aprile terminata con il punteggio di 2-1 per la formazione salentina. Partite che rientrano nel calderone di 90 partite manipolate tra serie A, B e Lega Pro e per le quali sono state emesse nuove ordinanze di custodia cautelare

Intanto il Lecce si appresta a disputare l’ultima sfida del 2013. I giallorossi recuperano la partita contro la Nocerina rinviata il 24 novembre scorso per motivi di ordine pubblico. Lerda, tecnico del Lecce, la vede così.

Il tecnico giallorosso ha visionato l’ultima partita dei rossoneri in quel di Barletta.  Lerda ha convocato venti calciatori e dovrebbe confermare lo stesso undici che ha affrontato inizialmente il Pisa. In campo dovrebbero andare Perucchini in porta; Sales, Vinetot, Diniz e Lopez in difesa; Amodio e Salvi a centrocampo; Melara, Bogliacino e Doumbia formeranno la linea di trequartisti dietro a Miccoli.

Melara e Diniz, che lamentavano qualche acciacco, dovrebbero essere regolarmente in campo.  Infine, nell’organigramma societario si registra l’ingresso di Giulia Tesoro, figlia del presidente, al posto del dimissionario Letterio Munafò