Furti, rapine ed esplosioni: in città cresce la paura

Furti, rapine, esplosioni e spari: a Lecce cresce la paura. L'ultimo colpo, stanotte, nel "Caffè Rubino", dove i ladri hanno fatto razzìa di dolci, liquori e televisori.

bar rubino lecce

LECCE- Hanno rubato quello che sembra essere l’occorrente per riempire i cestini che si portano in dono a Natale: dolciumi, liquori e caffè.  I ladri hanno svaligiato, portando via anche due televisori ed una playstation, il “caffè Rubino”, in via Pordenone, nel quartiere Leuca a Lecce.

Hanno tagliato le maglie della la saracinesca con una tronchese ed, una volta all’interno, hanno preso tutto quello che hanno potuto, lo hanno caricato su un furgone -un fiat ducato bianco- e sono scappati. La fuga è stata ripresa da una telecamera di videosorveglianza di un negozio vicino.

Ed è l’ennesimo furto a Lecce: qualche giorno fa è stato preso di mira un altro bar, il bar del soldato, in via Monteroni, dal quale i ladri hanno portato via slot machines e macchinette cambiasoldi.  E poi i topi d’appartamento -l’ultimo, violento, ha dato un pugno ad una studentessa, dopo essere entrato in casa con una zappa in mano-.

E con l’avvicinarsi del Natale, si moltiplicano anche le rapine: un uomo di 65 anni è stato rapinato per strada mentre andava a versare in banca l’incasso del week end di due distributori di benzina. Il bandito lo ha picchiato e gli ha strappato oltre 24 mila euro nei pressi della banca Unicredit in viale Calasso.

E ancora, da non dimenticare i 5 colpi esplosi contro il Bar Carletto e la bomba al Bar Paisiello.

In città cresce la paura.

bar lecce

bar rubino lecce