Filanto: il pm chiede il processo per tutti

La procura chiede il rinvio a giudizio per tutti gli indagati nella presunta truffa milionaria ai danni dell'Inps dello storico calzaturificio Filanto di Casarano.

Filanto - Casarano

CASARANO- La procura chiede il rinvio a giudizio per tutti, anche le persone giuridiche, coinvolte nell’inchiesta sulla maxi truffa aggravata ai danni dell’Inps che sarebbe stata realizzata dalla Filanto Spa di Casarano, società che opera nel settore della produzione delle calzature.
I reati ipotizzati sono truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ai danni della Regione Puglia e truffa aggravata ai danni dell’Inps. Le indagini, avviate nel 2009 dal Nucleo di Polizia Tributaria della guardia di finanza di Bari e coordinate dal sostituto procuratore Antonio Negro, e si è incentrata sulle sovvenzioni pubbliche erogate dalla Regione, nell’ambito del Programma Operativo Regionale Puglia 2000/2006, (Pacchetti Integrati di Agevolazioni), al Consorzio Produttori salentini calzature di Casarano.

Ora che la richiesta di rinvio a giudizio è salita al quinto piano del palazzo di giustizia, finirà sulla scrivania di un gup che fisserà la data dell’udienza preliminare.