An, vince la mozione dei Fratelli D’Italia: useranno il simbolo alle Europee. Poli Bortone protesta

Vince la mozione dei Fratelli D'Italia sostenuta anche Destra di Base di Adriano Napoli che prevede l'utilizzo del simbolo limitatamente alle prossime elezioni europee e gestione della Fondazione unitaria, senza oligarchie e sotterfugi.

napoli

ROMA- A Roma si è tenuto un incontro tra ex An per discutere del futuro della fondazione del partito che fu guidato da Almirante e che poi Fini decise di mettere nelle mani di Berlusconi. In gioco ci sono da circa 400 milioni di euro in contanti più altri rimborsi elettorali ancora da percepire. Nella Capitale per l’incontro c’erano Adriana Poli Bortone e Adriano Napoli, ex dirigenti, che sono anche soci della Fondazione. In campo si sono tre mozioni: promossa anche dalla senatrice salentina che consiste nel rimettere in piedi Alleanza Nazionale, poi la mozione Gasparri, che vorrebbe sciogliere la Fondazione per dare il patrimonio in beneficenza e, infine, la mozione dei Fratelli D’Italia sostenuta anche Destra di Base di Adriano Napoli che prevede l’utilizzo del simbolo limitatamente alle prossime elezioni europee e gestione della Fondazione unitaria, senza oligarchie e sotterfugi.

Quest’ultima mozione ha vinto, provocando i mal di pancia della vecchia guardia e soprattutto di Adriana Poli Bortone, che ha dovuto accettare il fatto che Fratelli d’Italia gestirà il simbolo per le Europee. “Faremo le Europee con il simbolo di An, puntando alla riunificazione delle destre, ma senza toccare un soldo della Fondazione” – ha dichiarato Adriano Napoli. Intanto, a Roma c’è un’inchiesta in piedi perché non ci sarebbe chiarezza su l’utilizzo di 26 milioni di euro che sarebbero spariti dalla Fondazione di An.