Tap, da lunedì nuovi sondaggi sulla rotta del gasdotto

A partire dal 16 dicembre, verrà effettuata una campagna di sondaggi per analizzare dal punto di vista geofisico, ambientale e geotecnico le aree marine che saranno interessate dal passaggio del gasdotto.

percorso gasdotto TAP

SAN FOCA- La società TAP informa che, a partire dal 16 dicembre, verrà effettuata una campagna di sondaggi per analizzare dal punto di vista geofisico, ambientale e geotecnico le aree marine che saranno interessate dal passaggio del gasdotto. I risultati delle indagini, regolarmente autorizzate da tutti gli enti competenti, integreranno lo Studio di Impatto Ambientale e Sociale del progetto TAP consegnato lo scorso 10 settembre al Ministero dell’Ambiente.

Le indagini geofisiche saranno condotte a partire da un metro dalla linea di costa e non interferiranno con l’ambiente marino. In questo modo, sarà possibile avere dati più esatti sulla conformazione geologica del sottosuolo marino e identificare la presenza di eventuali cavità naturali.

Le indagini ambientali, che prevedono la presenza di personale ARPA a bordo per la supervisione delle operazioni, consisteranno nella raccolta di campioni di acqua e sedimento. Allo stesso tempo, verrà svolta un’ispezione visiva del fondale marino lungo il percorso del gasdotto, con lo scopo di valutare gli habitat di fauna e flora presenti.

Le indagini geotecniche, che verranno svolte a partire dalla seconda metà di gennaio 2014, consisteranno in operazioni di prelevamento di campioni dal sottosuolo e saranno effettuate con una piattaforma specifica per acque poco profonde. Qualsiasi modifica del fondale sarà quindi temporanea e naturalmente mitigata in breve tempo dall’azione delle correnti marine, ripristinando le condizioni del fondale. L’inizio delle operazioni preliminari è previsto per lunedì il 16 dicembre