Taranto beffato nel finale

A Francavilla sul Sinni il Taranto pareggia 2-2: a sei minuti dal novantesimo i rossoblù erano in vantaggio 2-1, ma i padroni di casa hanno pareggiato e rischiato di vincere l'incontro

TIM

TARANTO- Il Taranto beffato nel finale. Anzi i padroni di casa negli ultimi sussulti del match hanno rischiato di vincere un incontro che per le occasioni avute meritava di vincere la formazione rossoblù. 

La squadra tarantina si è schierata con Marani tra i pali; Menicozzo, Plci, Miale e Caiazzo in difesa; Mignogna, Carloto e Muwana a centrocampo; Ciarcià nell’inedito ruolo di trequartista dietro alla coppia d’attacco sperimentale formata da Balistreri e Vivacqua. Il tecnico rossoblù Papagni tiene in panchina Clemnte, Molinari, Migoni e Prosperi.

La prima occasione è per i padroni di casa, al 6′: sugli sviluppi di un calcio di punizione la difesa rossoblù in affanno riesce a difendere laporta di marani. Insistono i lucani e al 12′ ancora Marani è costretto a intervenire su un insidioso cross di Aleksic. Poco prima della mezzora il Francavilla sul Sinni passa in vantaggio: la difesa rossoblù è impacciata, i lucani non si fanno pregare e realizzano il vantaggio con Aleksic, il quale dopo aver segnato al Brindisi domenica scorsa si ripete anche contro il Taranto.  La reazione della squadra salentina al 35′ con tiro di Muwana che si spegne di poco a lato.

Al 39′ Miale colpito da un avversario è costretto ad abbandonare il campo: al suo posto Molinari con conseguente cambio di modulo. Si passa al 4-4-2 con il nuovo entrato che affianca in attacco Balistreri. Il tempo si chiude con un sinistro di Mignogna, sul quale non si fa sorprendere il portiere avversario.  In avvio di secondo tempo ancora Mignogna spaventa gli avversari con una conclusione deviata in angolo. All’8′ il pareggio del Taranto: Vivacqua mette in mezzo e Balistreri insacca dopo una doppia conclusione, 1-1.
ra i rossoblù esce Menicozzo ed entra Migoni. In area tarantina si rivede il Francavilla sul Sinni: Marani doppio intervento su Lancellotti; stessa scena al 28′. Dopo la mzzora Balistreri cerca il raddoppio: tiro di poco fuori.

Il vantaggio del Taranto arriva al 39′: Molinari approfitta di un errore in presa alta di Ricciardi e gonfia la rete, 1-2. Ottavo gol per il calciatore rossoblù.  La gioia del vantaggio dura appena un minuto perché Sekkoum dalla distanza pesca il jolly per il 2-2 finale. Anzi i padroni di casa sfiorano il vantaggio nel recupero, ma la conclusione di Gaspatrini sfila fuori.

Domenica prossima allo Iacovone il Taranto riceverà la capolista Marcianise.