Inchiesta nuove farmacie, chiesto risarcimento milionario

Nuove farmacie a Francavilla, nella prima udienza preliminare le parti civili chiedono un risarcimento milionario al Comune di Francavilla. Secondo l’accusa, politica e uffici agirono per favorire il presidente dell’ordine dei farmacisti Gabriele Rampino.

farmacie

FRANCAVILLA- Chiesti risarcimenti milionari, nella prima udienza preliminare per l’affaire “nuove farmacie” di Francavilla Fontana, per cui risultano indagati l’ex sindaco Vincenzo della Corte, il presidente dell’ordine dei farmacisti di Brindisi Gabriele Rampino, il capo dell’ufficio ragioneria del Comune Giuseppe Zullino, l’ex dirigente dell’urbanistica Pietro Incalza e, praticamente, tutta la maggioranza del consiglio Comunale in carica fino alla scorsa primavera.

In totale, 17 imputati per cui il pubblico ministero Valeria Farina Valaori ha già chiesto il rinvio a giudizio. Richiesta formulata anche nel corso della prima udienza preliminare di fronte al Gup Giuseppe Licci davanti cui le parti civili nell’inchiesta, ovvero i farmacisti eventualmente svantaggiati dalla decisione presa dall’amministrazione che individuò due zone per due nuove farmacie a Francavilla, hanno presentato richiesta di risarcimento danni pari a un milione e 600mila euro.

Secondo l’accusa, il consiglio Comunale avrebbe approvato, pur senza parere favorevole della Asl, una delibera di giunta al fine di favorire proprio Rampino, beneficiario del provvedimento preparato ad hoc, secondo il pm, dal dirigente Pietro Incalza.

Un ingiusto vantaggio che, per quanto negato dal Tar di Lecce che ha già respinto i ricorsi presentati dai farmacisti Bungaro e Cannalire, sarà nuovamente e preliminarmente valutato nel corso della prossima udienza, fissata per il 9 gennaio, quando il Gup dovrà decidere se rinviare a giudizio gli imputati o, piuttosto, chiederne il proscioglimento.

I nomi degli indagati: Gabriele Rampino, Pietro Incalza, Giuseppe Zullino, Vincenzo Della Corte, Luigi Vitali, Pietro Iurlaro, Michele Iaia, Cosimo Di Maria, Giovanni Passiatore, Antonio Sgura, Massimiliano Cozzi, Euprepio Di Castri, Cosimo Sarli, Carmine Calò, Vincenzo Petronelli, Tommaso Attanasi e Angelo Della Porta.