Operaio tarantino cade da impalcatura e muore a Varese

E' precipitato dall'altezza di 8 metri per il crollo di una passerella ed è deceduto durante il trasporto in ospedale. È l'ennesima morte bianca per un operaio tarantino che lavorava nella provincia di Varese

morti lavoro

VARESE- Era di Taranto l’ operaio morto sul lavoro a Ranco , nella provincia di Varese precipitando da una impalcatura. Nicola de Carlo, aveva 44 anni.  L’uomo è precipitato da un’altezza di circa otto metri. L’ incidente è avvenuto precisamente  in via Manzoni, dove l’ uomo era impegnato a lavorare nell’area di un palazzo in costruzione.

Secondo gli accertamenti l’incidente sarebbe stato provocato dalla rottura del ponteggio sul quale si trovava il 44 enne , caduto quindi nel vuoto dall’altezza del secondo piano. Immediati i soccorsi. Sul posto sono  intervenuti gli operatori del 118, ma per l’operaio non c’è stato nella da fare.

Nicola de Carlo è morto durante il trasporto in ospedale. Sono giunti sul luogo dell infortunio anche i CC. Effettuati i rilievi del caso e ricostruiti i fatti, sono ora al lavoro per accertare eventuali responsabilità. Sono intervenuti poi gli ispettori del lavoro per  capire  se siano state rispettate le norme per la sicurezza.

La salma rientrerà a Taranto e sarà restituita ai familiari, non appena l’autorità giudiziaria darà disposizioni a riguardo. Scossi anche i sindacati locali. Commenta il  responsabile sicurezza della Cgil di Varese Salvatore Minardi: “Questo  il quinto infortunio mortale in provincia di Varese nel 2013”.