Niente stipendi a dicembre, gli operatori Multiserivizi mandano in tilt la città

Stipendi e tredicesima a rischio, e la Multiservizi scende in strada, mandando il traffico in tilt. Protesta dei lavoratori, questa mattina, davanti al Comune di Brindisi.

crisi

BRINDISI- Difficoltà nel pagamento degli stipendi e della tredicesima. La crisi non si ferma neanche a Dicembre e, anzi, acuisce la rabbia dei lavoratori che, sotto le feste natalizie, si sono ritrovati sotto l’albero appena addobbato la notizia delle difficoltà, da parte della Multiservizi, società partecipata del Comune di Brindisi, nell’erogare stipendi e tredicesima. E la protesta ha mandato il tilt il traffico del capoluogo adriatico, tanto da costringere il comando di polizia municipale a bloccare il parcheggio di via del Mare e alcune delle principali arterie della città.
La protesta è stata la naturale reazione agli esiti dell’incontro di lunedì pomeriggio tra la società e le organizzazioni sindacali, chiamate a discutere sul contratto nazionale da applicare a tutte le maestranze della Multiservizi. Tra tagli e un bilancio non esattamente in equilibrio, è emersa la prospettiva dei ritardi nel pagamento degli emolumenti.

Da lì, lo stato di agitazione e la protesta davanti al Comune, in attesa di un incontro tra sindacati e istituzioni Il problema, secondo i sindacati,resta quindi l’incertezza che pende sui lavoratori. La richiesta è quella di costituire una vera società in house ,basata sulla certezza dei fondi da versare mensilmente alla società. Una strada che, se intrapresa, eviterebbe questi problemi.