Terrore in gioielleria: banditi legano il titolare e disarmano il vigilante

Imbavagliano e legano il titolare, dopo aggrediscono e disarmano il vigilante. Infine svaligiano gioielleria e scappano. Caccia ai malviventi

GIOIELLERIA2

LECCE- Un colpo da maestri, studiato nei minimi dettagli, con un obiettivo preciso: la gioielleria Charmant di via Imperatore Adriano a Lecce, a pochi passi da Piazza Mazzini. Il colpo alle 20, orario in cui in negozi sono in chiusura, ma le strade sono ancora affollate di gente per lo shopping natalizio.

Due banditi, dalla giovane età secondo il titolare, Gioele Miglietta che suo malgrado ha vissuto tutte le fasi della rapina, sono entrati come normali clienti e a viso scoperto, sapendo, probabilmente, che il negozio è privo di telecamere di sorveglianza.

Una volta dentro hanno mostrato le loro reali intenzioni. Hanno imbavagliato il titolare e lo hanno immobilizzato legandogli i polsi con delle fascette in plastica. All’interno anche una commessa in preda al panico si è rifugiata in bagno ed è riuscita a chiudersi dentro .

Il gioielliere, è riuscito attraverso un pulsante a far scattare in tempo l’allarme e a far accorrere sul posto un agente della Velialpol. Il vigilante è entrato per verificare la situazione. Ignorava cosa stesse accadendo. E’ stato assalito dai due banditi che sono riusciti a disarmarlo e ad impossessarsi della pistola con la quale sono poi fuggiti. Prima però hanno arraffato quanto possibile, svaligiando il negozio dei suoi gioielli più preziosi e portando via un bottino ingente che ora è in corso di quantificazione.

Poi sono usciti e a bordo di una grande punto di colore azzurro risultata rubata a Brindisi si sono dileguati. Alcune pattuglie della polizia e dai carabinieri intervenuti sul posto appena scattato l’allarme si sono gettate all’inseguimento ed ora è caccia aperta ai rapinatori che hanno gettato il panico in una delle vie più centrali di Lecce.

gioIELLERIA