Omicidio Murinu, chiuse le indagini sulla moglie e sull’amante

La procura formalizza le accuse nell'inchiesta sul delitto deGiampiero Murinu, l’agricoltore 39enne ucciso il 2 giugno dello scorso anno nelle campagne tra Galatina e Collemeto. Indagati il barista Diego Alfieri e la moglie Katia Valiani

tribunale

GALATINA- Arriva al capolinea l’inchiesta sull’omicidio di Giampiero Murinu, l’agricoltore 39enne ucciso il 2 giugno dello scorso anno nelle campagne tra Galatina e Collemeto. Nell’avviso di conclusione delle indagini preliminari notificato in queste ore compaiono 2 nomi: quello del barista 31enne Diego Alfieri, accusato di omicidio aggravato dai futili motivi, detenzione e porto di arma da fuoco; e quello della moglie Katia Valiani, accusata di porto, detenzione e cessione dell’arma del delitto, una pistola calibro 7,65 mai ritrovata dagli investigatori.

Sarebbe stata lei, secondo la ricostruzione dell’accusa, a fornire ad Alfieri l’arma con cui poi lui avrebbe freddato il marito. Dietro al delitto, la relazione amorosa che i due intrattenevano e che il marito aveva scoperto.

E’ stato proprio il 31enne, assistito dagli avvocati Michele e Giuseppe Bonsegna, a tirare in ballo la donna . Al gip, dopo l’arresto, ha raccontato che la stessa mattina dell’omicidio, Murinu, accecato dalla gelosia per la relazione clandestina appena scoperta, gli avesse chiesto un incontro per il pomeriggio.

La coppia sarebbe quindi passata a prendere il 31enne dal bar in cui lavorava a Galatina. E lui, preoccupato, avrebbe portato con sé la pistola che la stessa Valiani gli aveva dato qualche giorno prima mettendolo in guardia sulla pericolosità del coniuge.

La vittima avrebbe condotto i due in campagna, nei pressi della propria abitazione. E, nel corso della discussione, in auto,si sarebbe chinato per raccogliere un’arma nascosta sotto il sedile del passeggero, dove si trovava la compagna. Così Alfieri avrebbe perso il controllo, estratto l’arma ed esploso almeno due colpi risultati, poi risultati fatali per Murinu. 

Nessuna delle due armi, però, è stata rinvenuta dagli investigatori.