Sequestrati 70 mila nastri isolanti, la Finanza difende il made in italy

Sottoposti a sequestro amministrativo 70 mila nastri isolanti adesivi: il materiale era privo dell’indicazione del paese di produzione, con modalità tali da indurre il consumatore a ritenere che la merce fosse di origine italiana.

Guardia di Finanza

TARANTO- 70 mila nastri isolanti adesivi sono stati sottoposti a sequestro amministrativo presso lo scalo marittimo jonico dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Taranto in collaborazione con funzionari del locale Ufficio delle Dogane.
La merce era stivata all’interno un container proveniente da Taiwan, dichiarato contenere “nastri isolanti autoestinguenti in pvc”, formalmente destinati ad una nota società del Tarantino operante nel settore del commercio al dettaglio di materiale elettrico.

Dall’esame della polizza di trasporto marittima è stato accertato che il predetto materiale, pur recante un marchio nazionale regolarmente registrato al Ministero dello Sviluppo Economico, è risultato invece privo dell’indicazione del paese di produzione, con modalità tali da indurre il consumatore a ritenere che la merce fosse di origine italiana.

Nei confronti della societa’ importatrice e’ stata contestata la violazione dell’art. 4, comma 49-bis della legge 24 dicembre 2003, nr. 350 (importazione a fini di commercializzazione di prodotti recanti false o fallaci indicazioni di provenienza).