“Tap chiama in causa il compianto Vittorio”, la famiglia Potì minaccia querela

La famiglia Potì minaccia querela contro tap: "I familiari del compianto Vittorio Potì sdegnosamente respingono il tentativo maldestro e disperato di chiamare in causa, per interposte persone, il loro congiunto, già Sindaco del Comune di Melendugno per diciassette anni"

potivittorio

MELENDUGNO- La famiglia Potì minaccia querela contro tap. In un comunicato scrivono: “I familiari del compianto Vittorio Potì sdegnosamente respingono il tentativo maldestro e disperato di chiamare in causa, per interposte persone, il loro congiunto, già Sindaco del Comune di Melendugno per diciassette anni.

La sconcertante iniziativa messa artatamente in atto intenderebbe sminuire l’azione popolare di contrasto alla scellerata scelta proposta per l’approdo del gasdotto. Pertanto invitano chiunque ad astenersi da false affermazioni, in quanto sono fermamente intenzionati a difendere l’onore e la memoria del loro familiare, stimatissimo amministratore pubblico unanimemente riconosciuto e conclamato, adendo, ove occorra, le vie legali a loro disposizione“.