Fingono furto di un’auto, due donne nei guai

Simulano il furto di un'auto per giustificare al fidanzato proprietario del mezzo un'uscita di strada. Scoperte dai carabinieri, finiscono nei guai due donne.

carabinieri

SAN VITO- Simulano il furto di un’auto e finiscono nei guai. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni hanno così  deferito in stato di libertà due donne, una 40enne di San Michele e una 36enne di Polignano a Mare, per simulazione di reato. Entrambe ,nel pomeriggio del 1 dicembre,mentre erano a bordo di un’autovettura guidata da una delle due, sono rimaste impantanate in una zona di campagna in contrada Specchia. Per giustificare al proprietario del mezzo, nonché compagno della conducente, la presenza dell’auto nella zona campestre, hanno simulato di aver subito un tentativo di rapina ai danni dello stesso veicolo e ad opera di ignoti malviventi, lunga la S.P.47 . L’auto è stata poi recuperata dal personale operante e restituita al legittimo proprietario.