Truffa milionaria ai clienti: al via a maggio il processo all’ex avvocato

C'è la richiesta di rinvio a giudizio per Alfredo Cardigliano, l'avvocato di Ruffano appena radiato dall'ordine, accusato di una maxi truffa da mezzo milione di euro ai danni dei clienti. L'udienza preliminare sarà celebrata il 26 maggio.

tribunale

RUFFANO- Si aprirà il 26 maggio prossimo davanti al giudice Cinzia Vergine l’udienza preliminare per la maxi truffa da almeno mezzo milione di euro che l’ex avvocato Alfredo Cardigliano avrebbe messo a punto ai danni dei suoi ignari clienti. La richiesta di rinvio a giudizio è stata avanzata dal sostituto procuratore Paola Guglielmi che 10 giorni fa aveva chiesto ed ottenuto dall’Ordine degli avvocati di Lecce la radiazione del legale.

Il consiglio si è riunito il 21 novembre scorso e la decisione a breve sarà notificata all’interessato che potrebbe decidere, nei successivi 20 giorni, di impugnarla davanti al Consiglio nazionale forense. L’organo si pronuncerà con sentenza, a sua volta impugnabile davanti alla Corte di cassazione. Cardigliano è accusato di truffa aggravata e infedele patrocinio.

Secondo quanto accertato nel corso dell’inchiesta, avrebbe intascato indebitamente una cifra vicina al mezzo milione di euro, tra il 2010 e il 2013, attraverso una serie di truffe commesse ai danni dei suoi clienti. Il legale, fingendo motivi professionali, avrebbe truffato i malcapitati, prospettando loro pignoramenti immobiliari o di aziende.

Con queste accuse il professionista è finito anche in carcere, per poi tornare in libertà. Lo assistono gli avvocati Luigi Corvaglia e Pantaleo Cannoletta.