Caso Carovigno, Cicciolina su Mele: “Mi sento offesa, parla proprio lui”

Caso Carovigno, dopo le polemiche e la cancellazione dello spettacolo di beneficenza con madrina Cicciolina, l’ex pornostar conferma la sua presenza in Salento il prossimo 13 dicembre e attacca il sindaco Mele. “Dovrebbe essere felice di avere me a Carovigno. E poi, senti da che pulpito viene la predica.

cicciolina

CAROVIGNO- Stupita che il suo nome abbia provocato tutto questo macello amministrativo, Cicciolina conferma: “ A Carovigno, Sindaco o non sindaco, vengo lo stesso”. E chi la conosce, sa bene che dice la verità. Eppure, qualche bugia, l’ex pornodiva, al centro della polemica tra il primo cittadino Mimmo Mele e l’ex assessore Maria Pascale capace poi di scatenare l’Hondurasgate, qualche bugia la dice pure lei. E no, non sarebbe l’unica in questa strana storia.
Intervistata al telefono dal collega Eliseo Zanzarelli di Senza Colonne, che come Telerama sta seguendo la vicenda più hot dell’autunno brindisino, tra accuse e fatture d’oro, Ilona Staller trova allucinante che il sindaco non sia strafelice della sua presenza nella città della Nzegna per un evento di beneficenza che, anche senza il patrocinio del comune si terrà lo stesso in forma privata

È questo non è vero. Perché La Staller ha recitato in film porno anche negli anni 90. Oltre al classico Cicciolina e Moana ai mondiali, si ricorda Passioni indecente, con la regia di Schicchi, ultimo capo lavorato firmato dall’ex deputata. Intanto, se Cicciolina conferma che la sua presenza a Carovigno sarà assolutamente gratuita (biglietto aereo escluso) continuano le polemiche sul caso Honduras, l’evento interculturale di luglio costato al Comune di Carovigno circa 18mila euro tra albeghi, cene e buffet. Sollevato dall’ex capogruppo di maggioranza Angelo Lanzillotti e dalla moglie Simona Pino d’Astore. Il senatore Vittorio Zizza ha dichiarato che sui gravi fatti esposti saranno presi i dovuti provvedimenti.