Calci e pugni alle bariste per bere gratis, in manette 39enne

Calci e pugni a due bariste che si erano rifiutate di servirgli da bere gratis e di dargli 10 euro. Finisce in carcere, con l’accusa di tentata estorsione e lesioni un 39enne di San Vito dei Normanni.

bere

SAN VITO DEI NORMANNI- Pretende di bere gratis ma, al rifiuto delle bariste, ha uno scatto di ira e prende a botte le due poverette. Finisce in manette, con l’accusa di tentata estorsione e lesioni, il 39enne di San Vito dei Normanni Salvatore Iaia, che ieri sera ha messo a soqquadro il bar Marylin sito su via per Carovigno.

L’uomo, una volta raggiunto il bancone, ha “ordinato” una birra gratis e 10 euro in contanti. Ma la richiesta, in passato accontenta dalle giovani per pura generosità, questa volta non è stata accontentata. E così, Iaia ha girato dietro il bancone e ha aggredito con calci e pugni in facci le dipendenti fino all’arrivo dei carabinieri della locale compagnia, che hanno fermato la violenza.

Il 49enne, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso il carcere di Brindisi, mentre le due bariste sono state soccorse dai medici del 118, sul posto con un’ambulanza. Hanno riportato echimosi e lesioni sul volto.