Tarsu, rivolta dei commercianti nel Consiglio Comunale

Blitz dei commercianti di Taranto in consiglio comunale. La categoria protesta contro la decisione lampo della giunta di aumentare la Tarsu del 18 per cento: Giangrande«non copriremo noi il buco dell'amiu. Chi non sa amministrare vada a casa»

Ezio Stefàno

TARANTO- Scoppia tra i banchi del consiglio comunale la rivolta dei commercianti contro l’aumento della tariffa sui rifiuti. Guidati dal presidente provinciale di Confcommercio, Leonardo Giangrande, una schiera di esercenti piomba in aula, a palazzo di città per protesta nel corso della seduta dell’assemblea.
Ce l’hanno con l’amministrazione, i commercianti. Con quel blitz della giunta contro la categoria,. Che in una notte ha deciso di aumentare del 18 per cento la Tarsu. Una stangata pronta ad naugurare nel moedo perggiore il nuovo anno. Che rischia di atterrare definitivamente il settore. Ma confcommercio non ci sta. Gli imprenditori del compatto dicono no ad un nuovo , ingiustificato aumento-non accompagnato dal miglioramento del servizio – voluto solo per coprire il buco dell’amiu

Giangrande alza la voce contro l’amministrazione. Parla di affronto alla categoria e chiede le dimissioni di chi non è capace di governare
Immediata la risposta del sindaco Stefano. La giunta, dice, è pronta a valutare un rinvio dell’aumento