Sulla strada del Lecce il Grosseto di Cuccureddu

Il Lecce si rituffa in campionato: domenica al Via del mare arriverà il Grosseto affidato ad Antonello Cuccureddu. Dubbi in attacco per l'allenatore giallorosso Lerda

Mister Lerda

LECCE- Archiviata la parentesi di Coppa Italia il Lecce vive la vigilia della sfida contro il Grosseto, formazione affrontata di recente in Coppa Italia e vittoriosa contro i giallorossi.
La squadra leccese dopo il mercoledì di Coppa si rituffa in campionato. Osservato il turno di sosta forzato Miccoli e compagni disputeranno la terza partita consecutiva in casa in quasi quindi giorni. L’obiettivo è allungare la striscia di risultati utili consecutivi (sette quelli già incasellati) e dare continuità alla risalita in classifica.

Dal Prato al Grosseto. Non considerando la partita rinviata contro la Nocerina il Lecce chiuderà un ciclo che ha visto la squadra giallorossa confrontarsi solo con compagini toscane: Viareggio, Pontedera, Prato e Grosseto, quest’ultima sfidata anche in Coppa. La squadra leccese ha dato in queste partite impulsi positivi alla propria classifica arrivando sulla soglia dei play off.

Ma in questo periodo ha potuto recuperare non solo posizioni importanti, ma pure calciatori che si stanno rivelando utili per la scacchiera tattica di Lerda: Amodio, Papini e soprattutto Miccoli, senza dimenticare Rullo, Bencivenga e Ferreira che hanno avuto finora un ruolo marginale nel nuovo corso avviato con il tecnico piemontese. Sebbene non ci sia ancora omogeneità di condizione (un valore che non sarà mai uguale per tutti i calciatori), il tecnico giallorosso non si può dire più che è costretto a fare i conti con l’emergenza. Come detto il recupero più importante riguarda Fabrizio Miccoli. Difficile tenerlo seduto in panchina e l’alternanza con Zigoni è stata finora la scelta principale operata dal tecnico giallorosso.