MPS, al via le procedure di esternalizzazione

L'istituto senese ha sottoscritto l'accordo per la cessione del ramo d'azienda che si occupa dei servizi ausiliari, contabili ed amministrativi. I sindacati parlano però di situazione incredibile.

MPS: NOMURA, DA MUSSARI E CDA OK AD 'ALEXANDRIA'

LECCE- E’ stata ufficialmente costituita la società che gestirà le attività amministrative e di back office del Monte dei Paschi di Siena, la Fruendo Srl. Si tratta di un joint venture costituita da due società: la Bassilichi e la Accenture.
L’istituto senese ha infatti sottoscritto l’accordo per la cessione del ramo d’azienda che si occupa dei servizi ausiliari, contabili ed amministrativi. Il contratto avrà la durata di 18 anni, rinnovabili alla scadenza.

Stando all’accordo, i 1066 dipendenti interessati dal trasferimento al nuovo ramo d’azienda, saranno esternalizzati a partire dal 1° gennaio prossimo ed il passaggio sarà senza soluzione di continuità, il che significa che non ci saranno licenziamenti.

I sindacati parlano però di situazione incredibile. Il progetto di esternalizzazioni, si legge in un comunicato della CGIL, non ha alcuna rilevanza a livello di contenimento dei costi e di raggiungimento degli obiettivi di Piano, è un’operazione fatta esclusivamente per forzare le garanzie contrattuali e con modalità tali da mettere in dubbio l’esistenza, anche a livello organizzativo ed industriale, dei presupposti fondamentali previsti dalla Legge in materia di cessione di ramo d’Azienda.