Fiera del Levante, Pagliaro: “Basta soldi a carrozzone barese”

Il Presidente del MRS interviene sul caso della Fiera del Levante: "Ennesimo fallimento ad opera del centrosinistra pugliese che dovrebbe avere almeno la pieta' di fare un passo indietro dopo aver distrutto un territorio pezzo a pezzo"

pagliaro2

LECCE- “Il caso della Fiera del Levante e’ l’ennesimo fallimento ad opera del centrosinistra pugliese che dovrebbe avere almeno la pieta’ di fare un passo indietro dopo aver distrutto un territorio pezzo a pezzo. Adesso l’ente e’ a un passo dal baratro e servono altri 10 milioni di euro per salvarlo. Vista la follia della cattiva gestione vendoliana e del Pd, potrebbe essere che qualcuno stia pensando di trovare davvero queste risorse”, afferma Paolo Pagliaro, Presidente del Movimento Regione Salento.

“Noi ci auguriamo proprio di no, perche’ vorrebbe dire mortificare il resto del territorio regionale in un’ottica come sempre baricentrica che, pero’, non riesce a centrare nemmeno l’obiettivo di stimolare l’economia del presunto capoluogo, che ora qualcuno vorrebbe addirittura ergere a citta’ metropolitana -continua il Presidente del MRS- La pessima gestione dell’ente fieristico viene certificata da una serie di altri dati allarmanti, che tracciano un quadro desolante della politica barese intenta ad organizzare poltronifici e non certo un segmento di sviluppo. Promozioni piovute dall’alto e bonus scriteriati, ecco i fiori all’occhiello della governance. Il debito dell’ente è scivolato sempre più giù, passando dai quasi 7 milioni del 2002 ai 18 del 2012, escludendo da questi le spese per le cause, i rischi e i costi del 2013.

Oggi, ci sono 67 dipendenti dell’Ente costano 3 milioni e 600 mila euro a fronte di un ricavo di appena 4 milioni e 200. Su queste anomalie le istituzioni hanno l’obbligo di chiarire e fare un passo indietro,ammettendo le loro responsabilita’. Le anomalie proseguono e sono tante -conclude Pagliaro- Abbastanza per far dimettere il presidente Vendola ed una cosa e’ certa noi Salentini non staremo fermi se la Regione dovesse decidere di spendere altri soldi pubblici per la Fiera del Levante, che da fiore all’occhiello pugliese e’ divenuto vero carrozzone barese“.