Cicciolina e Honduras, il sindaco Mele risponde alle accuse. “Sono cavolate”

"Solo cavolate". Il sindaco di Carovigno risponde così alle accuse lanciate dall'ex capogruppo Angelo Lanzillotti, sua moglie Simona Pino D'Astore e l'ex assessore Maria Pascale. “Nessun gemellaggio con l'Honduras. Solo scambio interculturale”. E spuntano pure i russi.

Mimmo-Mele

CAROVIGNO- Da Washington Dc alla Russia. Da Cicciolina all’esportazione di vini. Da un assessore silurato al gemellaggio con Honduras. Che gemellaggio, però, non è. Il tutto passando da Carovigno, fulcro in queste settimane, sembrerebbe, di un curioso intreccio internazionale. Tutto legale, tutto mal interpretato, assicura il sindaco Mimmo Mele, da chi, solo poche ore prima, aveva mosso pesanti accuse all’amministrazione. Oltre ad avanzare sospetti sulla liceità e sull’opportunità di alcune iniziative.

L’assessore alla cultura Marica Pascale organizza un evento a fini benefici, finanziato e patrocinato dal Comune, a cui prenderanno parte, tra gli altri, l’ex pornostar Ilona Staller e la soubrette Pamela Prati. Il sindaco si arrabbia e licenzia l’assessora. Che supportata dal capogruppo di Maggioranza Angelo Lanzillotti e dalla moglie – consulente Simona Pino d’Astore, attacca l’operato dell’amministrazione. Non solo.

Secondo il trio, Cicciolina è solo una scusa. Il vero problema è un presunto gemellaggio tra Carovigno e l’Honduras, costato 20mila, voluto dal sindaco senza un motivo ben chiaro. Davvero strano, secondo Lanzillotti, che intanto fuoriesce dalla maggioranza, visto che l’Honduras è il secondo paese più povero al mondo ma primo per narcotraffico e traffico di armi. Di più. I tre parlano anche di inquietanti episodi, fatti di minacce, bigliettini anonimi e pedinamenti. Con tanto di denuncia ai carabinieri e, sembrerebbe, interesse da parte della Procura di Brindisi

Il sindaco, ovviamente, non ci sta. E a 24 ore dalle accuse, ribatte a tono.Innanzitutto sottolineando come il bilancio approvato dalla sua amministrazione garantirà un risparmio notevole per l’ente. E poi, affrontando le questioni più piccanti. Da Cicciolina, contro cui non ha nulla, e l’Honduras.

Insomma, per il sindaco, sono state dette tante cavolate. Quello spacciato per gemellaggio è stato, in realtà, uno scambio interculturale che porterà enormi benefici alle aziende vitivinicole di Carovigno

Cosa c’entri, in tutto questo, lo stato dell’Honduras non è ancora ben chiaro. Ma chissà che Mele e Lanzillotti, amici da 40 anni, un giorno non possano fare pace. E, magari, partire in vacanza. Verso una meta turistica d’eccellenza.