Non abbandonò la figlia per divertirsi: assolto il padre

Un giovane padre leccese finisce a processo con l'accusa di aver lasciato in macchina la figlia di due anni durante la notte bianca. Ma fu solo per qualche minuto e il giudice lo ha assolto.

tribunale

LECCE- Dei passanti notano un bimba di due anni che dorme in macchina sola vicino a Porta San Biagio nella serata in cui a Lecce si festeggiava la notte bianca del 3 luglio 2011 e contattano i vigili urbani. Pochi istanti dopo l’arrivo della pattuglia giunge sul posto la madre, poi il padre, un leccese di 39 anni che finisce sotto processo con l’accusa di abbandono di minore.

Le indagini hanno evidenziato che i due genitori avevano litigato. La moglie che era uscita con un’amica tardava a tornare e l’imputato aveva deciso di allontanarsi e lasciare la piccola che dormiva già sul sedile dell’auto. Ma si sarebbe fermato poco distante e  solo per qualche minuto. Ecco perchè il giudice lo ha assolto perchè il fatto non sussiste.