Sponda Pd, Bruno stoppa le grandi intese: “Niente alleanze con il centrodestra, lo dice Renzi”. Intanto Blasi frena sul caso Consales: “Noi garantisti, decisioni rimandate”

E mentre a Brindisi nasce ufficialmente il nuovo centrodestra, il segretario del Pd stoppa qualsiasi tipo di alleanza politica. “No larghe intese, lo ha detto Renzi. Il Laboratorio è morto”. E intanto il segretario regionale Blasi in conferenza a Brindisi nel pomeriggio frena sul caso Consales: “Noi garantisti, ogni decisione rimandata”

Matteo Renzi apre a Verona la campagna per le primarie del PD

BRINDISI- Se a Renzi le larghe intese non piacciono, allora le larghe intese non piacciono neanche a Maurizio Bruno, segretario provinciale del Pd che, già alle prese con lo spinoso “Caso Consales”, deve affrontare anche il “caso Ferrarese”. Mentre l’ex presidente delle provincia, infatti, ufficializzava il suo passaggio, il suo e quello degli amici di Noi Centro e Udc, sulle sponde del Nuovo Centro Destra griffato Alfano, Bruno non  le manda a dire.

E, pur distinguendo le amministrazioni correnti con quelle in divenire, smentisce una volta di più la possibilità che il Partito Democratico possa presentarsi alle amministrative del 2014 a braccetto con il centrodestra. Nuovo o vecchio, poco conta.

A Francavilla, l’accordo, meglio, il “Patto straordinario” tra le liste di sinistra e quelle centriste, in pieno stile laboratorio, era già stato ratificato. Ora, la sensazione è che tutto sia saltato. Per Bruno, “il laboratorio è morto”. E le colpe non sono certo del PD.

Resta poi il nodo Consales. La posizione del sindaco di Brindisi sarà nuovamente valutata mercoledì, quando il direttivo cittadino esporrà al primo cittadino la propria posizione. Nessun mistero che Bruno, così come molti esponenti democratici, spingano per le dimissioni del giornalista. Ma ufficialmente, è ancora tutto da valutare

Insomma, il segretario provinciale ha le idee chiare su quale sia la strada da seguire. Che tutti, tra i democratici, siano pronti a seguirlo, lo si capirà nelle prossime ore. Nel frattempo, nel pomeriggio, il segretario regionale Sergio Blasi ha raggiunto Brindisi, per una conferenza stampa indetta solo qualche ora prima. Chi si aspettava dure prese di posizione sul caso Consales piuttosto che sul passaggio dei centristi nel nuovo centrodestra è rimasto deluso. Blasi, dopo aver disertato la scorsa riunione beccandosi pure le critiche dello stesso Bruno, rimanda tutto alle sedi opportune (il direttivo cittadino di mercoledì).

A gettare benzina sul fuoco ci pensa invece il segretario Antonio cittadino Elefante che, dopo le dimissioni dalla carica di coordinatore annuncia anche quelle da consigliere comunale, ormai in rotta con Consales e la decisione di non lasciare la fascia tricolore.