Smascherata infermiera assenteista: licenziata e denunciata

E' stata smascherata dai Carabinieri del Nas e poi licenziata in tronco dall'Asl un'infermiera di Salice Salentino impiegata nell'ospedale di Campi. Presentava certificati medici ma svolgeva un altro lavoro. Denunciata e sospesa la complice che le timbrava il cartellino.

infermiera

CAMPI SALENTINA-  Licenziata in tronco dopo una denuncia un’infermiera assenteista in servizio presso l’ospedale di Campi Salentina. Le sue assenze venivano giustificate dalla malattia del figlio di 3 anni per la quale presentava regolari certificati medici. Per questo più volte, in due anni, il 2011 e il 2012, si era assentata dal posto di lavoro, l’ospedale di campi salentina per lunghi periodi. Assenze naturalmente regolarmente retribuite. 

In realtà l’infermiera 40enne di salice salentino nei giorni d’assenza svolgeva un altro lavoro: infermiera presso associazioni onlus con indennità economiche sottoforma di rimborso spese.

Non solo: in alcuni casi documentati dai carabinieri del Nas di Lecce che hanno avviato le indagini monitorandola, dopo aver timbrato il cartellino nell’ospedale si allontanava arbitrariamente dal luogo di lavoro per svolgere la sua attività d’infermiera a pagamento presso una sua cliente.  In un caso, avendo sforato nell’orario, ha chiesto ad una sua collega, un’ausiliaria nello stesso ospedale, di timbrarle il cartellino in uscita. Cartellino che è stato trovato dai carabinieri nel camice della donna. 

Una prassi che i carabinieri del Nas guidati dal luogotenente Antonio Murrone hanno accertato con lungo servizio d’appostamento e di monitoraggio presso l’ospedale con filmati, fotografie e controlli incrociati con i turni sino alla prova schiacciante del cartellino ritrovato nelle tasche della complice.

Per le due donne è scattata una denuncia. L’infermiera risponderà di truffa, falsità in atti e interruzione di pubblico servizio. Ma naturalmente sono scattate anche le sanzioni disciplinari: l’infermiera è stata licenziata dalla direzione sanitaria dell’Asl di Lecce mentre l’ausiliaria è stata sospesa dal servizio e dallo stipendio per 6 mesi.

foto nas 1