Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il “No” del Salento

Oggi 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Anche nel Salento tante le iniziative.

NO VIOLENZA

LECCE- Un grido di dolore che si tinge di rosso. Il colore dell’energia e della passione è il simbolo della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dall’Onu nel 1999, che si celebra ogni anno il 25 novembre. Una violenza che ha molte sfaccettature: abusi sessuali e fisici che possono sfociare nell’omicidio, maltrattamenti, mutilazioni genitali femminili, segregazione, discriminazioni sul lavoro e nella società, sfruttamento del corpo, privazioni economiche, per tenere le donne in stato di sottomissione. Nel nostro Paese il focus è sul femminicidio, fenomeno che non accenna a placarsi.

In Italia fra il 2000 e il 2012 sono state uccise oltre 2.200 donne, 171 all’anno: il 75% dei delitti, 125 ogni 365 giorni, è avvenuto in famiglia o nell’ambito di relazioni affettive.

Tante le iniziative nel Bel Paese e nel Salento: spettacoli teatrali, concerti, dibattiti, incontri. Fino allo sciopero delle donne, lanciato da gruppi di attiviste femministe che denunciano “l’immobilismo delle istituzioni” . Drappi e stoffe scarlatte fuori da balconi e finestre, nastri avvolti al dito per dire “che le donne non si toccano nemmeno con un dito”. Sono le foto che campeggiano su tutti i social network. Una campagna che ha visto in campo anche il Movimento Regione Salento coordinamento femminile che  questa mattina ha dato vita a una lunga maratona radiotelevisiva su Telesalento e Radio Regione Salento con tanti ospiti e cariche istituzionali che si sono alternati ai microfoni del MRS per dire il loro No alla violenza di genere e lanciare un appello di incoraggiamento a tutte quelle donne vittime di stalking e violenze,  che restano chiuse nelle mure domestiche senza dir nulla.

Anche alle Officine Cantelmo è stata presentata la campagna nazionale Noino.org.