Muore sotto i ferri, aperto un fascicolo: lunedì l’autopsia

Muore sotto i ferri al fazzi. I familiari presentano un esposto e la procura apre un fascicolo d'inchiesta contro ignoti. Lunedì l'autopsia

ospedale di Lecce

LECCE- La procura apre un’inchiesta sulla morte di Anna Maria Perrone, 49 anni di Cavallino, deceduta nel corso di un intervento di asportazione di un calcolo alla colecisti eseguito all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. L’esposto è stato presentato nelle scorse oredalla famiglia rappresentata dall’avvocato Cristiano Solinas e il magistrato di turno, il sostituto Emilio Arnesano ha disposto l’autopsia.

L’incarico sarà conferito lunedì al medico legale Ermenegildo Colosimo che dovrà accertare l’eventuale responsabilità dei medici.

Per il momento nessun nome è stato iscritto nel registro degli indagati. Solo dopo l’accertamento, il pm deciderà come procedere. Mentre la paziente era sotto i ferri, il cuore non avrebbe retto, e avrebbe cessato di battere per un collasso.La donna si era già sottoposta ad un’altra operazione simile in precedenza.

L’autopsia farà luce sulle cause della tragedia.