Rapinò macelleria, è stato un cliente: arrestato

Arrestato un giovane pluripregiudicato di Lizzano per concorso in rapina aggravata.

arresto

Ennesimo successo del Comando Stazione Carabinieri di Lizzano nel contrasto al fenomeno dei reati predatori. Ieri mattina, i militari hanno tratto in arresto, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto, il pluripregiudicato ZECCA Simone Pasquale, 25enne di Lizzano, già sottoposto alla sorveglianza speciale di P.S., dovendo lo stesso espiare la pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione per concorso in rapina aggravata.
Le indagini condotte dal personale del predetto reparto hanno consentito di raccogliere elementi di prova sul conto del medesimo in ordine alla commissione della rapina a mano armata avvenuta il 05 dicembre 2010, ai danni di una macelleria, ubicata a Lizzano.

L’esercente commerciale, mentre stava per chiudere la saracinesca del locale, era stato sorpreso alle spalle da un giovane travisato da passamontagna armato di pistola che, dopo avergli sottratto l’incasso della giornata pari a € 2.000, si era dileguato a bordo di un’autovettura station wagon Fiat Marengo, unitamente al proprio complice, conducente dell’auto.

Determinanti sono state le dichiarazioni della vittima che ne aveva riconosciuto il taglio degli occhi, il timbro di voce, benché volutamente distorta, nonché la fragranza del profumo usato dal rapinatore, tutti elementi che avevano ricondotto gli investigatori alla persona di ZECCA Simone Pasquale, assiduo cliente della macelleria. Il predetto dopo il rinvio a giudizio, all’esito dell’udienza dibattimentale, è stato condannato alla pena della reclusione da scontare presso il carcere di Taranto.