Nocerina-Lecce rimandata, la Lega: “Decisione del Prefetto”

La Lega Pro ha soltanto applicato un ordine imposto dalla prefettura di Salerno che ha considerato la gara tra Nocerina e Lecce a rischio per quanto riguarda l'ordine pubblico. La partita si potrebbe recuperare a dicembre. La società giallorossa ha chiesto di giocare l'andata al Via del Mare.

nocerina lecce

LECCE- Su segnalazione dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, il prefetto di Salerno ha rinviato a data da destinarsi la partita di campionato di Lega Pro tra Nocerina-Lecce, che secondo il calendario regolare si sarebbe disputata domenica prossima allo stadio San Francesco di Nocera Inferiore.

Il provvedimento è riconducibile a motivi di ordine pubblico. Non ci sarebbero le condizioni minime per far giocare in casa la Nocerina. Per gli stessi motivi il derby Paganese-Nocerina in calendario il primo dicembre, sarà disputato in campo neutro e a porte chiuse. Restrizioni prese dopo i fatti di Salernitana-Nocerina e per i disordini verificatisi tra i tifosi di Nocerina e Lecce nella gara di Coppa Italia dell’anno scorso.

Questo almeno quanto emerge dalla determina numero 32 del Casms del 19 novembre. L’ambiente è caldo anzi incandescente ulteriore riprova è l’aggressione riservata da una ventina di persone ai danni di un gruppo di calciatori della Nocerina della squadra Allievi nazionali avvenuta nei pressi di un bar.

Una decisione quella del prefetto di Salerno che scontenta in particolar modo la società giallorossa che a pochi giorni dal match si vede costretta a rivedere i propri piani. L’eventualità di far disputare la gara ugualmente con restrizioni di altro tipo, magari a porte chiuse o in campo neutro non hanno trovato terreno fertile nella decisione presa dalla prefettura responsabile dell’ordine pubblico. Nelle ultime ore la società giallorossa avrebbe rivolto una richiesta scritta alla Federazione per chiedere di giocare la partita a campi invertiti rispetto al regolare calendario. Giocare cioè la gara di andata al Via del Mare e il ritorno a Nocera, il tutto per non rischiare di falsare il campionato.

Chi invece ha subito la decisione nel senso che si è dovuta attenere a rispettarla ed ad applicare è la Lega che dunque non ha responsabilità sul provvedimento preso, come conferma il vice presidente della Lega Pro dott. Antonio Rizzo.

La partita secondo indiscrezioni potrebbe essere recuperata il 18 dicembre, nella settimana che anticipa il turno di riposo dei giallorossi. Le due società avrebbero già avuto un contatto telefonico per stabilire una data di comune accordo. Il tutto pero’ dovrà godere del nullaosta della Lega.