Nubifragio e trombe d’aria, devastato il Salento: Gallipoli la più colpita

Una giornata di paura in tutto il salento per l'ondata di maltempo che ha colpito l'intera provincia. Le zone piu colpite Gallipoli, Galatone e Nardò investite da una tromba d'aria. Auto in panne, alberi sradicati, imbarcazioni rovesciate e due feriti in una scuola

Lecce viale roma incrocio via Napoli

LECCE- Al violento nubifragio che ha allagato interi comuni e che con la sua cappa di nubi nere ha oscurato il sole per l’intera giornata si è aggiunta la paurosa tromba d’aria che ha colpito soprattutto l’area ionica e che ha creato danni e devastazione.

Nelle foto che in queste ore stanno facendo il giro del web riprese dalla pagina facebook Salento d’amare Gallipoli ecco che cosa ha lasciato dietro di se la tromba d’aria: interi muri divelti, alberi e pali della luce sradicati, macchine sepolte dai calcinacci. Per le strade, soprattutto in Corso Roma, macerie ovunque. Da alcuni condomini sono crollati i balconi, mentre nell’Istituto Superiore Quinto Ennio la furia del vento è entrata addirittura in classe frantumando i ventri, rovesciando i banchi e provocando anche due feriti tra gli gli studenti. Niente di grave per fortuna, ma le aule sono state evacuate per evitare il peggio.

GALLIPOLI

 

GALLIPOLI2

GALLIPOLI3

Le pagodine allestite per il mercatino di Natale sono state divelte, mentre nel porto il vento ha sradicato interi capannoni e rovesciato le imbarcazioni ormeggiate nel porto.

In questo video si vede chiaramente come la tromba d’aria abbia ingrossato talmente il mare da scatenare panico e paura:

È stata una giornata di paura e di gran lavoro per i vigili del fuoco che hanno dovuto raggiungere tutti i luoghi della provincia facendo i conti anche con le strade impraticabili. Persino alcune ambulanze sono rimaste in panne mentre correvano a prestare soccorso a cittadini e automobilisti in difficoltà. A Galatone si è ribaltato un camion  ed è rimasto bloccato in un fiume d’acqua. La zona industriale è stata devastata come a Nardò. Nelle campagne sono stati stradicati alberi d’ulivo secolari.

Ancora a Gallipoli un fulmine ha colpito l’ospedale e ha messo ko il reparto radiologia. In tutto il Salento le stesse scene. Non è andata meglio a Lecce dove diverse scuole sono state evacuate, come all’Ascanio Grandi dove gli studenti sono stati rimandati a casa e il sottopasso di via leopardi è rimasto chiuso al traffico per tutto il giorno.