Fiore in testa agli alfaniani: “Tanti sono pronti seguirci”

Angelo Fiore a Taranto guida gli alfaniani. I popolari e liberali traslocano nel nuovo centrodestra. Lui « Tanti pronti a seguirci»

giovanardi2

TARANTO- Anche Taranto entra nei giochi post scissione tra Forza Italia e nuovo centrodestra, tra berlusconiani e alfaniani, lealisti e governativi. Nel pdl ionico, sebbene la base del partito sia saldamente ancorata al leader Raffaele Fitto, si registrano le prime adesioni al nuovo contenitore nato dalla scissione delle colombe.
Trasloca a piè pari nel nuovo centrodestra il movimento di Giovanardi, “Popolari e liberali” guidato dal tarantino Angelo Fiore. “ Stiamo con Alfano – spiega Fiore – siamo, con Giovanardi e egli altri amici tra i fondatori del questo nuovo partito. Nessun segreto . Impossibile per noi, dopo il pdl rimanere in forza italia. Un partito a rischio derive estremiste. Non sono i nostri valori, i nostri ideali e poi – prosegue – noi siamo per scelte collegiali, assembleari, non per le decisioni imposte dall’alto»

Nessun dubbio dunque. Il movimento di Giovanardi sarà capofila a Taranto del nuovo schieramento di centrodestra. « E non siamo nè saremo – ha aggiunto – una costola di forza italia. Non siamo un sottogruuppo . Non è stato un abbandono soft. La nostra è una forza politica nuova, indipendente da Berlusconi e da Fitto» – chiarisce. 

Un partito che stando a fiore, presto, cioè dopo la possibile decadenza di Berlusconi da sentore il 27 novembre, registrerà nuove adesioni su tutto il territorio. «Sono tanti -ha detto – gli amministratori che a taranto e provincia hanno chiesto di incontrare Alfano. Prima di allora non usciranno. Nè ufficializzeranno la loro posizione».
Consumata la rottura tra Berlusconi e il suo ex delfino insomma, a taranto ora è caccia alle nuove adesioni. Il pdl – f.i certo non resteraà a guardare. Il partito monitorerà la situazione e cercherà di arginare ogni fuga. Ma l’esodo è già cominciato