Massafra: arrestato 23enne per detenzione di eroina

Giovane beccato in auto con la droga. Durante la perquisizione eseguita a bordo dell’autovettura del giovane, è stato trovato materiale utile al confezionamento della sostanza stupefacente, come nastro isolante e ritagli di busta in cellophane, il tutto sottoposto a sequestro.

masafra

MASSAFRA- Proseguono senza sosta i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Massafra lungo le grandi arterie stradali che si diramano dalla città di Taranto. Sono stati numerosi, infatti, gli arresti che i militari del Nucleo Radiomobile di Massafra hanno eseguito sulla SS106 e sulla SS 7 nei confronti di persone originarie delle provincie di Matera e Potenza, sorprese in possesso di cospicue quantità di stupefacente, acquistate nel capoluogo tarantino.
Questa volta l’arguzia dei Carabinieri ha consentito di intercettare un giovane della provincia di Matera, SANSEVERINO Simone, 23 anni, gravato da numerosi precedenti per detenzione e spaccio di stupefacenti, che, nel pomeriggio di ieri, percorreva la SS 106, a bordo della sua autovettura e a velocità sostenuta.

I militari, insospettiti dalla condotta di guida del conducente, si sono posti all’inseguimento del mezzo e solo dopo svariate intimazioni, sono riusciti a bloccarlo in prossimità dello svincolo per Chiatona. In tale frangente, però, il guidatore è riuscito a disfarsi di due grossi involucri di colore bianco, lanciandoli fuori dalla vettura, poco prima che questa arrestasse la marcia.

Il gesto non è passato inosservato, tanto che gli involucri sono stati subito recuperati dai Carabinieri, a poche decine di metri dal luogo del controllo, accertando che si trattava di oltre sette grammi di eroina. L’immediata perquisizione eseguita a bordo dell’autovettura del giovane, ha consentito di rinvenire, inoltre, materiale utile al confezionamento della sostanza stupefacente, come nastro isolante e ritagli di busta in cellophane, il tutto sottoposto a sequestro.

La qualità e la quantità della droga rinvenuta nonché il possesso di quel materiale, sono elementi che lasciano ragionevolmente supporre la certa destinazione della sostanza alla cessione a terzi. L’indagato è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, dopo gli adempimenti di rito, è stato quindi condotto presso il carcere di Taranto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.