Ingoia 200 grammi di hashish: arrestato a Pisa ragazzo di Copertino

Ovuli di hascisc nello stomaco. Finisce nei guai, a Pisa, un 30enne di Copertino, arrestato nell'aeroporto toscano, mentre rientrava dal Marocco.

FOTO hascisc

PISA- Traffico internazionale di stupefacenti. Questa l’accusa che ha portato all’arresto di un 30enne di Copertino, incensurato, ammanettato all’aeroporto di Pisa dalla Guardia di Finanza. Il giovane non ha fatto in tempo a scendere dall’aereo proveniente dal Marocco quando è stato avvicinato dai cani antidroga che  avevano fiutato qualcosa di strano.

I militari hanno eseguito una prima perquisizione personale, dalla quale non è saltato fuori nulla di particolare. Niente di compromettente nemmeno nel borsone da viaggio.

Eppure il nervosismo dei cani ha era piuttosto evidente. Sono state sufficienti poche domande e alla fine il salentino è crollato, confessando di aver ingerito 24 ovuli di hascisc, per un totale di 200 grammi, poco prima dell’imbarco.

Dall’aeroporto è stato quindi accompagnato in ospedale, dove è stato sottoposto ad una radiografia i cui risultati hanno confermato la presenza degli ovuli nel suo stomaco.

Il gip del tribunale di Pisa ha convalidato l’arresto del giovane che adesso subirà il processo per traffico internazionale di stupefacenti.