Incidente motocross, stazionari i due centauri

Sono stazionarie le condizioni dei due centauri coinvolti in un incidente durante un'esercitazione di motocross nelle campagne di San Cesario.

motocross

LECCE- Sono stazionarie le condizioni dei due centauri coinvolti, ieri pomeriggio, in un incidente durante un’esercitazione di motocross nelle campagne di San Cesario. Antonio Cariteo, 50 anni, di Lizzanello e Marco Cretì, leccese, 20enne, sono ricoverati in prognosi riservata al Fazzi di Lecce.

In particolare le condizioni del più giovane hanno destato maggiore preoccupazione per il trauma cranico rimediato nell’impatto, frontale, con l’altro motociclista. Dopo lo scontro, i due sono stati sbalzati dalla sella e sono finiti  rovinosamente a terra.

Il 118 li ha trasportati a sirene spiegate al pronto soccorso dell’ospedale leccese. Cariteo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico e adesso si trova in ortopedia. Cretì, invece, è costantemente monitorato nel reparto di neurochirurgia.

“Quanto accaduto ieri, sul tracciato di motocross non regolamentato, a poche settimane dall’episodio che si è verificato a Nardò, non può continuare a ripetersi senza che il mondo dello sport non intervenga in una doverosa riflessione”: il Presidente di Puglia Enduro e direttore di gara, Carlo Imparato, esprime grande rammarico e lancia un appello affinché si eviti che motociclisti avventati, ragazzi ma anche adulti,  vadano a correre in modo improvvisato, senza sicurezza e alcun supporto dal punto di vista medico.L’invito che rivolgo ai piloti e agli appassionati è quello di riflettere sul modo più giusto di approcciarsi a questa disciplina sportiva, correte, ma in sicurezza”.