Torre Lapillo, demolita villetta abusiva

Nuovo abbattimento di un’abitazione a Torre Lapillo costruita senza autorizzazioni e per la quale pendeva un’ordinanza ormai divenuta definitiva

ruspa

TORRE LAPILLO- Prosegue l’operato della Procura di Lecce contro l’abusivismo edilizio. Questa mattina è stato eseguito un nuovo abbattimento di un’abitazione costruita senza autorizzazioni e per la quale pendeva un’ordinanza ormai divenuta definitiva. Si tratta di un immobile sorto a Torre Lapillo, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico.

Le operazioni di demolizione si sono svolte anche con la collaborazione del proprietario che, pur essendo residente in altra regione, ha provveduto allo smontaggio e la rimozione degli infissi, era presente anche un tecnico ENEL anche se la costruzione non è risultata dotata di fornitura elettrica.

L’immobile è di proprietà di un 74enne originario di caserta ma a da anni residente nel Salento. La villetta, una settantina di metri quadrati circa di ampiezza, venuti giù sotto i colpi delle ruspe. Questa mattina, per garantire l’ordine pubblico nel corso delle operazioni, c’erano agenti di polizia del commissariato di Nardò, carabinieri della compagnia di Campi Salentina e della stazione di Porto Cesareo, polizia municipale, funzionari dell’ufficio tecnico di Porto Cesareo, della capitaneria di porto, mentre in sede hanno collaborato l’ufficio demolizioni e la sezione di polizia giudiziaria della forestale. Sul posto, per ragioni di sicurezza, una squadra di vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce.