Il segreto del successo dell’Enel Basket

Un general manager di grande spessore, un allenatore preparato e una mentalità vincente. Sono questi i segreti dell'Enel basket che dall'alto del primo posto in classifica ha voglia di continuare a stupire.

enel basket

BRINDISI- Il miracolo sportivo realizzato fin’ora dall’Enel Basket non puo’ essere frutto del caso ma come tutti i sogni ha alle spalle un segreto. Le idee del general manager Giuliani, le scelte effettuate in fase di allestimento dell’organico e la programmazione del lavoro sono certamente capisaldi di quanto la squadra sta raccogliendo in campionato balzando agli onori della cronaca sportiva per un’impresa che non ha precedenti sulla sponda adriatica del basket.

Il lavoro di scouting effettuato dal general manager Alessandro Giuliani su indicazioni tecniche del coach Bucchi, è di prim’ordine grazie anche alla esperienza pluriennale del professionista in campo europeo. Il primo posto in classifica dell’Enel basket, dunque, premia le scelte ponderate fatte in fase di mercato. A Brindisi sono arrivati giocatori che fanno dell’eclettismo la propria arma migliore. Dotati di grande fisicità ma abili sotto canestro, una combinazione che permette a coach Bucchi di variare a seconda delle circostanze l’impiego di alcune pedine.

Le quattro vittorie conquistate in campionato sono il frutto del lavoro di gruppo e della voglia di ottenere grandi risultati soltanto attraverso la totale disponibilità nei confronti del tecnico che è riuscito ad infondere nei suoi giocatori la giusta mentalità. Adesso l’Enel Brindisi sarà chiamata ad un doppio confronto esterno, prima contro il Varese e successivamente contro il Caserta. Una doppia sfida che equivale ad un banco di prova importante dal quale si comprenderanno meglio le reali intenzioni di una squadra e di una società che ha tutta la voglia di continuare a stupire.