Omicidio Lezzi, in carcere il nipote del boss: deve scontare 10 anni

QuattroStelle

LECCE- Vito Daniele De Carlo, 29enne di  San Cesario di Lecce ma residente in Taurisano, è stato arrestato dagli agenti del locale commissariato perchè deve scontare la pena definitiva di  10 anni e 8 mesi di reclusione per concorso in omicidio.

De Carlo nipote dello storico boss della sacra corona unita Giovanni Maiorano,  è accusato di concorso  anomalo nell’omicidio di Marco Lezzi, avvenuto in piazza della Repubblica di San Cesario di Lecce la sera del 14 marzo del 2004: l’omicidio sarebbe scaturito da contrasti tra due diversi gruppi di San Cesario e San Donato. Per l’omicidio è stato condannato a 30 anni anche Sandro Cristofalo l’esecutore materiale.

De Carlo inoltre esattamente un anno fa, si è reso protagonista di un grave episodio: tentò di dare fuoco al vicino di casa, presentandosi presso il laboratorio di fabbro di questo, brandendo un bastone e con una bottiglia piena di benzina; ne nacque una colluttazione, nel corso della quale De Carlo gettò la benzina sui vestiti e sul volto dell’artigiano, minacciando di dargli fuoco. Poco dopo lo stesso De Carlo cadde in terra sbattendo la testa contro un arnese in ferro,  procurandosi  una profonda ferita.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*