Omicidio Lezzi, in carcere il nipote del boss: deve scontare 10 anni

Arrestato De Carlo, 29enne di San Cesario: deve scontare la pena definitiva di 10 anni e 8 mesi di reclusione per concorso in omicidio.

arresto

LECCE- Vito Daniele De Carlo, 29enne di  San Cesario di Lecce ma residente in Taurisano, è stato arrestato dagli agenti del locale commissariato perchè deve scontare la pena definitiva di  10 anni e 8 mesi di reclusione per concorso in omicidio.

De Carlo nipote dello storico boss della sacra corona unita Giovanni Maiorano,  è accusato di concorso  anomalo nell’omicidio di Marco Lezzi, avvenuto in piazza della Repubblica di San Cesario di Lecce la sera del 14 marzo del 2004: l’omicidio sarebbe scaturito da contrasti tra due diversi gruppi di San Cesario e San Donato. Per l’omicidio è stato condannato a 30 anni anche Sandro Cristofalo l’esecutore materiale.

De Carlo inoltre esattamente un anno fa, si è reso protagonista di un grave episodio: tentò di dare fuoco al vicino di casa, presentandosi presso il laboratorio di fabbro di questo, brandendo un bastone e con una bottiglia piena di benzina; ne nacque una colluttazione, nel corso della quale De Carlo gettò la benzina sui vestiti e sul volto dell’artigiano, minacciando di dargli fuoco. Poco dopo lo stesso De Carlo cadde in terra sbattendo la testa contro un arnese in ferro,  procurandosi  una profonda ferita.