MPS, ordine del giorno in Parlamento per bloccare le esternalizzazioni

Mentre i lavoratori Mps destinati alle esternalizzazioni restano con il fiato sospeso, qualcosa comincia a muoversi a Roma. Alcuni parlamentari hanno presentato un Ordine del Giorno per chiedere che il governo convochi un tavolo ministeriale e impedisca le estenalizzazioni della banca

mps

LECCE- L’appello dei lavoratori Mps e di Paolo Pagliaro sembra che sia stato accolto dai parlamentari salentini. Dopo l’interrogazione per chiedere chiarimenti sul futuro degli esternalizzati,  è stato presentato, in occasione della discussione del Decreto Legge sulla Manovra Finanziaria, un Ordine del Giorno, a firma dei Senatori Stefàno, Uras e De Petris, che verrà discusso preliminarmente in sede di Commissione Programmazione Economica e Bilancio del Senato.

Si tratta   di una proposta che pone al centro dell’attenzione la necessità di mettere in atto soluzioni alternative alle esternalizzazioni ed al conseguente  processo di precarizzazione e di riaprire il confronto fra Azienda ed Organizzazioni Sindacali per identificare soluzioni capaci di contenere i costi e di rilanciare la Banca.