Espulso durante la partita, giocatore salentino mostra i genitali: denunciato

Viene espulso per proteste, poi si dirige nell’area dove erano presenti circa 40-50 supporter della squadra avversaria e mostrai genitali. Denunciato 22enne originario di Maglie

calcio

PESCARA–  Reazione shock durante una partita di calcio tra Pianella- Manoppello, valevole per il campionato di prima categoria abruzzese.

Durante l’incontro l’arbitro ha espulso per proteste un giocatore  di 22 anni, originario di Maglie, studente presso l’Università di Chieti, dove frequenta la facoltà di Scienze Motorie.

Alla vista del cartellino rosso,  il ragazzo non si è dato per vinto. Così dopo la doccia, si è diretto nell’area dove erano presenti circa 40-50 supporter del Manoppello e ha cominciato a inveire contro arbitro e tifosi ospiti che a loro volta hanno risposto con urla e fischi. La sua reazione?  Per protesta ha abbassato i pantaloni della tuta mettendo  in mostra  i suoi genitali.

Sul posto, per placare gli animi, sono intervenuti i  carabinieri di Pescara che sono riusciti anche a bloccare il 22enne salentino, in procinto di darsi alla fuga. Il giocatore si è beccato anche una denuncia per atti osceni in luogo pubblico.